Top Gear. Diamo ai motori il posto che meritano

Top Gear. Diamo ai motori il posto che meritano

Provocatorio, irriverente, politicamente scorretto, arguto e imparzialmente onesto.

Accesi i motori è partita in quarta – e con i propositi peggiori – la decima edizione di ‘Top Gear’, programma di punta di Discovery Channel condotto dagli spregiudicati Jeremy Clarckson, Richard Hammond e James May.

Nelle scorse settimane il format di BBC dedicato al club degli amanti dei motori è stato presentato con un’ironica campagna integrata in perfetto stile Top Gear firmata dalle agenzie DLV BBDO e Proximity Italia.

Una sola immagine – un’automobile con un lunghissimo cofano – ed un unico claim – ‘Diamo ai motori il posto che meritano’ – per comunicare la differenza tra un comune programma sui motori e Top Gear.

Una manchette su La Gazzetta dello Sport e uno spot tv che riprende il concept creativo della campagna stampa enfatizzandone gli aspetti umoristici, billboard e pianificazione su media alternativi come i mezzi di linea e mobile, promocard e, soprattutto, direct marketing e guerrilla.

Per celebrare il colpo di fulmine tra il programma e gli spettatori, il 14 febbraio – festa degli innamorati e data di ripresa delle trasmissioni – frecce di Cupido adesive con lo slogan ‘Diamo posto agli innamorati’ sono state scoccate sulle auto in sosta delle città di Roma e Milano mentre al personale dei centri media è stato fatto recapitare un particolare regalo: il Carma Sutra, un manualetto illustrato per fare l’amore su 4 ruote, per sperimentare – in senso lato – il piacere degli spazi dei nuovi dei veicoli commerciali.

Il Giovedì (vietato alle donne) alle 21 sintonizzatevi su Discovery Channel e allacciate le cinture: è partito Top Gear, il programma con una marcia in più…

Top Gear. Diamo ai motori il posto che meritano

Top Gear. Diamo ai motori il posto che meritano

Top Gear. Diamo ai motori il posto che meritano

Scritto da

Roberta Collina

Laureata in Scienze della Comunicazione e specializzata in Comunicazione di Impresa, Roberta Collina comincia a muovere i primi passi nel Web 2.0 ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Korura .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it