Built to Resist: Bucato estremo per le vie di Milano

Built to Resist: Bucato estremo per le vie di Milano

Reinterpretare un simbolo storicamente connotato come odioso per colpire lo spettatore e stupirlo fornendo una chiave di lettura secondaria e inconsueta: probabilmente questa è l’intenzione sottesa ad un’attività di guerrilla marketing ambientata in questi giorni nelle strade di Milano.

Alcune foto scattate dai passanti e un video documentano l’operazione: filo spinato e bucato steso come ad asciugare e su ogni capo una parola per comporre la frase “Built to Resist” a corollario dell’insight creativo.

Non si conosce ancora l’artefice della manovra ma lo stile e il linguaggio utilizzato somigliano molto a quello recentemente impiegato nelle campagne Eastpak, noto brand di abbigliamento che ha per leit motiv, e impiega nella propria comunicazione, il pay off “Built to Resist”.

Dunque, potrebbe forse trattarsi di una fase teaser ma per il momento non possiamo ancora sbilanciarci con previsioni che potrebbero essere disattese.

Un’ipotesi l’abbiamo azzardata, ora non ci resta che attendere.

Sappiate resistere!

Installazione in Corso Como

Built to Resist: Bucato estremo per le vie di Milano

Segnalazione di doctor_robert

Scritto da

Roberta Collina

Laureata in Scienze della Comunicazione e specializzata in Comunicazione di Impresa, Roberta Collina comincia a muovere i primi passi nel Web 2.0 ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Korura .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it