GUERRILLA – Hasbro & Mooninites, quando il non-convenzionale è da Wargames

GUERRILLA - Hasbro & Mooninites, quando il non-convenzionale è da Wargames

Ciò che ha gettato nel panico un’intera città è stato un rettangolo di plastica nero, delle dimensioni di un PC portatile, con dei fili elettrici collegati, che aveva tutta l’aria di un ordigno vero proprio.

In realtà, era nient’altro che un giocattolo della Hasbro, nel quale dei led colorati disegnano la sagoma di Mooninites: l’extraterrestre del cartone animato Aqua Teen Hunger Force.

Le sagome erano state abbandonate, per essere facilmente trovate, in cinque punti strategici della città dal ventisettenne Peter Berdovsky – finito poi in carcere – per conto della Turner Broadcasting, con l’obiettivo di promuovere, in maniera sicuramente non-convenzionale, l’imminente arrivo del cartone animato nelle sale USA.

Mi sembra che l’operazione almeno a Boston – è stata infatti lanciata anche in altre città americane senza aver lo stesso clamore – abbia avuto pieno successo, ma mi chiedo sorridendo:

Non è che, continuando di questo passo, arriveremo sul punto di provocare la III Guerra Mondiale – alla Matthew Broderick in Wargames– solo per promuovere, in maniera ovviamente non-convenzionale, il nuovo gioco di guerra per Nintendo Wii ?

Credo di no, ma nulla è impossibile quando ci sono di mezzo le menti del guerrilla marketing !

Articolo originale di Massimo Malvestiti

GUERRILLA - Hasbro & Mooninites, quando il non-convenzionale è da Wargames

Scritto da

Giancarlo Catucci

Laureato in Scienze della Comunicazione e masterizzato in Marketing e Comunicazione Web e Nuovi Media, Giancarlo Catucci è Account Manager dei continua

    Condividi questo articolo


    Segui Sukàmi .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it