Per Edelman il Marketing Mediterraneo è roba da poveretti?

Edelman parla del Marketing Mediterraneo

Neanche noi siamo contentissimi della Seconda Conferenza Internazionale sul Word of Mouth Marketing che si è tenuta di recente a Barcellona, ma essere definiti con `briatorizzati` appellativi come `poveretti` davvero non ce lo saremmo aspettati.

Non da un napoletano, non da chi dovrebbe possedere i concept del futuro, indirizzando clienti del calibro di Algida, Bauli, Beiersdorf, Beretta, Berlucchi, Findus, Giochi Preziosi, Lavazza, Puma, Regione Lombardia, ecc. nell’era del marketing del futuro (vedi qui la lista completa dei clienti).

Probabilmente in Edelman si sono accorti l’altro giorno del Cluetrain Manifesto, di opere rivoluzionarie come il libro di Bernard Cova, che ha creato il concetto di Marketing Tribale, ma soprattutto non si sono ancora resi conto del fatto che l’Italia ha ben poche possibilità di competere sui mercati asiatici se non ritrova un’identità forte, differenziante, che punti sulla qualità, sul concetto di “dolce vita”, sulla lentezza e sulla misura.

Tutti concetti che afferiscono al Marketing Mediterraneo, scuola di marketing che non solo chiama a raccolta i popoli mediterranei stimolandoli a definirne e ad attuare un modo proprio di porsi sul mercato, ma che proietta tale particolare e distintiva identità all’esterno, creando un posizionamento forte ed un ponte – “The Med is the Net” dice Camper – con i mercati internazionali.

Certo credo sia difficile che in Edelman abbiano mai sentito parlare del ‘Pensiero Meridiano’ di Franco Cassano. Del resto vivere a Milano – e lo dico da milanese (dice Mirko) – ti porta a non sentirlo più quel pensiero che inizi a percepire di fronte al mare.

Effettivamente come ultimo degli interventi (la platea era sfiancata) e con la nostra pronuncia “mediterranea” non siamo forse riusciti a trasferire con la massima efficacia le profonde riflessioni che sostengono il concetto di Marketing Mediterraneo. Ma alla fine credo sia stato uno degli approcci che, malgrado l’ora, ha maggiormente stimolato la curiosità e il dibattito.

Comunque per dovere di cronaca nei confronti delle centinaia di amici che hanno seguito la ricerca e lo svolgimento del I° Forum Internazionale sul Marketing Mediterraneo vi linkiamo al blog di Edelman invitandovi a lasciare un vostro commento.

Leggi qui il post sul blog di Edelman

PS: a breve saranno disponibili gratuitamente dal sito i videoatti del Forum