Come e' finito il FUTURE MARKETING AWARDS?

Alex Giordano

direttore Centro Studi Etnografia Digitale

Future Marketing Awards

BACK FROM THE FUTURE

Rantoli dalla notte degli awards del futuremarketing a Londra.
Postato il 08/03/06 da Mr White.

È venerdì mattina presto, molto presto. Son le 4.30 e devo alzarmi perché ha un volo per Monaco alle 7:( Anzi, è prestissimo considerato che vengo direttamente dalla notte del futuremarketingawards, ancora stordito dagli eccessi dell’alcol e dei festeggiamenti!!!

Dopo New York, alcune settimane fa, giovedì 2 marzo è toccato a Londra ospitare la tanto attesa serata di premiazione del futuremarketing, evento-rassegna volto a premiare le migliori espressioni di comunicazione futuribile: internet, viral, mobile, TV&film, entertainment, games music & other media, live, environment e quant’altro la nostra mente possa immaginare rappresenti il futuro della comunicazione.

Dopo i discorsi seri tenutisi al futuremarketingsummit nel corso della giornata, di cui vi racconterò in un post separato, è arrivato il momento della mondanità, delle frivolezze e soprattutto dei festeggiamenti 😉

La cerimonia di premiazione, casual e senza gli eccessi di autoreferenza tipici di Cannes o del mondo pubblicitario, si è svolta in un trendy bar di St. James street, The Avenue, uno di quei locali di tendenza da raccomandare a chiunque dovesse mai trovarsi a passare da quelle parti.

Free-drinks per tutta la serata hanno contribuito a mettere tutti di buonumore, in un clima di festeggiamenti e di socialising per questo nutrito gruppo di pionieri della nuova comunicazione provenienti da tutto il mondo.

A fare gli onori di casa c’erano Scott Goodson, fondatore e chief creative officer di StrawberryFrog, e Alex West, ideatore e organizzatore del futuremarketing in tutto il mondo, e poi protagonisti della scena virale globale, come The Viral Factory, Wieden & Kennedy, Nordpol, Taxi, These Days, United Hhcl e tanti altri. E infine, per l’Italia e per ebolaindustries c’ero anch’io, a sostenere i nostri progetti in gara (savetheaccount e sadomasoprof) e a raccontare di come stia crescendo il virale nel nostro Paese.

Com’è andata? Andando a bomba alla cosa che più interessa a tutti, e cioè i nomi dei vincitori degli awards, come a New York, anzi questa volta ancora di più, mattatore della serata dei VIRAL AWARDS è stato “Ravenstoke” per Axe, ideato da The Viral Factory.

Per loro 5 awards, tra cui soprattutto “best stand-alone viral”, “best use fo humour” e “most innovative viral”. E così, gli autori della grande campagna di Trojan Condoms, vincitrice anche di un cyberlion a Cannes si ripetono. Chapeau a Matt Smith e alla sua gang.

A questo punto, visto l’effetto “axe” della campagna Ravenstoke sulla giuria, i rimanenti awards del virale sono andati nell’ordine a:

  • Best Mobile Viral: Rubbish Film Festival, Saatchi&Saatchi (clicca sul link per vedere il sito http://saatchinzonline.com/rff/ )
  • Best Interactive Viral: 7 Days Left, New Media Maze (clicca sul link per vedere il sito. http://www.7daysleft.com/uk/ )

E infine, un premio speciale è andato anche al favoloso Grrr di Wieden & Kennedy, già vincitore a Cannes, come Best Viral TV advertisement. Questa volta però, il premio va anche al fantastico team composto da Katie and Lou, delegate ai festeggiamenti!!!

Ah, quasi dimenticavo, alla fine della serata è arrivato anche l’ultimo award, quello del miglior virale votato dai visitatori di Kontraband, ma gli effetti dell’alcol a quel punto erano tali che i miei ricordi sono alquanto sbiaditi, e nell’incertezza avrei deciso di assegnarlo ax-aequo a Ravenstoke e al tanto acclamato BigAd.

Per la cronaca, lo sforzo di chi ha votato su ebolaindustries si è fatto sentire e anche noi siamo riusciti a contribuire, seppure in parte minore, al voto della giuria popolare. Ovviamente l’impegno adesso è per l’anno prossimo, per riuscire a far sentire la voce della nostra community di virulenti in maniera ancora più forte.

Per ebolaindustries è stata un’esperienza molto interessante e il bilancio è sicuramente positivo: purtroppo per noi nessun premio questa volta, ma siamo giovani e avremo sicuramente tante altre possibilità. Dalle indiscrezioni raccolte dai partecipanti e dai membri della giuria, i nostri lavori sono stati apprezzati e savetheaccount in particolare, come dimostra anche il bel risultato ottenuto su Kontraband, è stato un virale che ha strappato un sorriso a molti dei presenti. Ci riproveremo!!!

Au revoir
mr white