Kodak fa ass-vertising in Ucraina

Ricordate l’Ass-Vertise?

Ne abbiamo già parlato un po’ di tempo fa: è l’innovativa divisione lanciata da Night Agency, agenzia creativa newyorkese specializzata in guerrilla marketing, la quale, partendo dal presupposto che alcuni target fossero sempre più impermeabili a messaggi pubblicitari tradizionali, s’invento la prima forma di ass-vertising.

Di cosa si tratta?

In poche parole di una rivoluzionaria forma di pubblicità che consiste nel far indossare delle mutandine con sovraimpresso il logo di un’azienda o un breve claim a sensuali modelle, le quali dovranno poi attirare l’attenzione e mostrare il posteriore ‘marcato’ alzando periodicamente la gonna in pubblico.

Bene, dopo il lancio alla Grand Central Station di New York – dove si sponsorizzava un corso di fitness – e numerose presenze in vari Paesi, l’innovativo mezzo di comunicazione arriva anche in Ucraina.

Infatti, per colpire i consumatori con immagini “impattanti”, Kodak, azienda leader nelle soluzioni per la fotografia digitale, ha scelto di utilizzare la tattica dell’ass-vertising durante una photo-convention a Kiev in Ucraina.

Stavolta le sexy modelle, con impresso sul fondoschiena il logo Kodak, per attirare l’attenzione e far vedere il prodotto non hanno emesso gridolini o urlato il nome del marchio sponsorizzato come è successo altre volte, ma si sono sistematicamente chinate per raccogliere qualcosa che ‘casualmente’ scivolava dalle loro mani.

E se a qualcuno fosse venuta la voglia di sculacciarle non appena si chinavano?

modella chinata a sinistra

modella chinata a destra

...e fondoschiena in pausa pranzo!