BREAKING NEWS: Apple e Sky all'attacco del complesso idustriale-televisivo

E’ stato Rupert Murdoch in persona, il magnate australiano presidente di Sky Italia, a tenere a battesimo a Roma il lancio di MySKY, il nuovo servizio di personal video recorder, che sarà disponibile in Italia dal prossimo 15 novembre.

In visita in Italia, per affari e incontrare esponenti della politica (lunedì Romano Prodi e ieri Silvio Berlusconi), Murdoch è intervenuto all’evento di presentazione alla stampa del nuovo decoder dalle caratteristiche definite «uniche», che nelle intenzioni dei vertici Sky è destinato a rivoluzionare la modalità di fruizione della tv.

Con MySky puntiamo ad essere protagonisti della tv del 21esimo secolo». Questa nuova tecnologia già presente in Usa e Inghilterra (dove è stato venduto 1 milione di esemplari in tre anni) mette a disposizione del telespettatore tutta la ricchezza della programmazione Sky, consentendogli di vedere, rivedere, registrare e archiviare in qualsiasi momento della giornata i propri programmi preferiti, e senza la necessità di utilizzare videocassette, dvd o altri supporti. Attraverso il nuovo telecomando, sei tasti attivano altrettante funzioni principali: il playback (tasto “Play”) per decidere quando far iniziare il programma preferito; la pausa tv in diretta (tasto “Live Pause”), che permette di mettere in pausa il programma che si sta seguendo e riprendere in qualsiasi momento la visione al punto in cui la si è interrotta; il replay istantaneo, (l’“Instant replay”), che permette di portare indietro qualsiasi scena di un programma – anche in diretta – per rivederla il numero di volte desiderato; la registrazione (il “Record”), di due programmi per volta fino a un massimo di 60 ore mentre se ne sta guardando un altro attraverso la guidatv o direttamente durante la visione; la registrazione automatica degli episodi in serie (il “Series link”), che consente di predisporre automaticamente la registrazione, ad esempio, di telefilm. Il sesto tasto, infine, consente di accedere a My Channel, un canale vero e proprio che ogni abbonato può creare inserendo tutti i programmi preferiti, già registrati o pianificati per la registrazione.

«MySky – ha detto Andrea Zappia, responsabile marketing di Sky – si rivolge sia a chi guarda tanta televisione e non sa scegliere tra i nostri 150 canali, sia a chi ha poco tempo e non vuole perdersi determinati programmi. Inoltre, riteniamo che il costo, 99 euro una tantum e 7 euro di canone mensile, sia particolarmente concorrenziale, se raffrontato con il prezzo medio di un dvd recorder che oscilla tra i 400 e i 600 euro. In definitiva, crediamo che con MySky per la prima volta la tv sia davvero al servizio del telespettatore».

da Daily Media

...e la Apple lancia il video iPod