Il caso Coca-Cola M5: verso un’iconic experience

Il consumatore del terzo millennio è alla ricerca di esperienze gratificanti e coinvolgenti a tal punto che molte imprese si orientano verso il marketing esperienziale per trovare un’affinità con i propri consumatori e stimolarne gli acquisti.
Coca-Cola, il marchio che occupa il primo posto tra i brandname di tutto il mondo con un valore di 67,5 miliardi di dollari, ha dato il via ad un’interessante strategia di comunicazione per far vivere un’esperienza che crei un valore aggiunto piacevolmente impresso nella memoria emotiva del consumatore.

Ma procediamo per gradi. Nel mese di luglio Coca-Cola ha scelto di focalizzarsi sull’evoluzione del proprio design commissionando a 5 studi di design di tutto il mondo il progetto di una nuova bottiglia in 5 versioni differenti. Il progetto, denominato “M5 project” – dove per M5 si intende “Magnificient Five” – è stato affidato a designer da tutto il mondo: The Designers Republic (U.K.), Lobo (Brasile), MK12 (USA), Rex & Tennant McKay (Sud Africa) e Caviar (Giappone). Insomma, un modo per ricordare i tempi in cui il marchio Coca-Cola è stato oggetto d’arte per artisti come Andy Warhol, Steve Kaufman ed altri.
Il risultato del lavoro dei 5 studi di design è che ogni packaging realizzato è un ottimo esempio di come i tre diversi aspetti del design indicati da Donald A. Norman (viscerale, comportamentale e riflessivo) possano interagire nel modo migliore dando il proprio contributo nel delineare l’esperienza del consumatore. E’ per questo che ogni singola bottiglia è più di un packaging, è un “experiential concept”.
Coca-Cola torna così ad essere collegata con l’arte, e le bottiglie ideate dai 5 studi di design verranno vendute come collezione di bottiglie in edizione limitata nei club più di moda delle capitali mondiali…

Nel mese di agosto, si è diffusa la notizia l’agenzia di Atlanta “Armchair Media” avrebbe progettato e realizzato il sito web del progetto M5.
In effetti l’agenzia raggruppa un team giovane e multidisciplinare, composto da esperti di grafica e sound designers. Armachair Media ha creato la web experience in grado di supportare e comunicare il progetto Coca-Cola e per farlo ha utilizzato una tecnica di marketing virale diffondendo in rete un video che incuriosisce gli utenti e stimolando gli accessi al sito www.them5.com

Il sito, appena lanciato, presenta le 5 nuove bottiglie da collezione e i 5 video che hanno ispirato ogni designer, 5 piccoli filmati da scaricare e diffondere. Grazie alla perfetta armonia tra grafica, immagini, musica e contenuti, www.them5.com offre agli utenti che vi si immergono una web experience che li porta a stretto contatto con il mondo della marca…
In questo modo packaging, video e sito web creano sinergicamente l’“iconic experience” che fa evolvere il brand Coca Cola verso le nuove frontiere del marketing…

Quale sarà il prossimo passo di Coca-Cola verso il marketing non-convenzionale?

La home page del sito I design pack versione notturna

ARTICOLI CORRELATI

Un nuovo design per il packaging delle bottiglie Pepsi

Effetto 3D per il nuovo rivoluzionario packaging con stampa lenticolare

Coca-Cola light: nuovo packaging firmato Jean Paul Gaultier

BMW testa l’arte ad alte prestazioni [VIRAL VIDEO]

Un tappo darà nuova vita alle bottiglie di Coca Cola

Commenta

  • mmg

    il problema non sono i rapperNella logica del profitto e nella cecità del capitalismo la logica del `arricchirmi di tutto e subito` è quella che sottende, come poteva essere il contrario, anche l’industria alimentare. Quindi per loro riempirci con mega porzioni per qualche centesimo in più diventa l’agognato profitto mentre per il consumatore diventa un grave problema di salute.
    Fortunatamente la gente ne è sempre più consapevole tanto da mandare giù pian piano questi colossi della mortalità (si mortalità) mondiale.
    Visitate questo link: http://www.tmcrew.org/mcd/index.html

  • mmg

    il problema non sono i rapperNella logica del profitto e nella cecità del capitalismo la logica del `arricchirmi di tutto e subito` è quella che sottende, come poteva essere il contrario, anche l’industria alimentare. Quindi per loro riempirci con mega porzioni per qualche centesimo in più diventa l’agognato profitto mentre per il consumatore diventa un grave problema di salute.
    Fortunatamente la gente ne è sempre più consapevole tanto da mandare giù pian piano questi colossi della mortalità (si mortalità) mondiale.
    Visitate questo link: http://www.tmcrew.org/mcd/index.html

  • mmg

    il problema non sono i rapper
    Nella logica del profitto e nella cecità del capitalismo la logica del `arricchirmi di tutto e subito` è quella che sottende, come poteva essere il contrario, anche l’industria alimentare. Quindi per loro riempirci con mega porzioni per qualche centesimo in più diventa l’agognato profitto mentre per il consumatore diventa un grave problema di salute.
    Fortunatamente la gente ne è sempre più consapevole tanto da mandare giù pian piano questi colossi della mortalità (si mortalità) mondiale.
    Visitate questo link: http://www.tmcrew.org/mcd/index.html

adv
Corso Online in Digital PR