Low-fi, alto impatto: l'effetto reality sciocca gli inglesi

“Gli incidenti stradali che coinvolgono i pedoni sono la maggiore causa di morte accidentale per i ragazzi dai 12 ai 16 anni. […] I giovani quando attraversano la strada sono distratti perché conversano o scherzano con gli amici, inviano sms, ascoltano musica o perché semplicemente pensano a qualcos’altro”. Questo è quanto sostiene il Dipartimento dei Trasporti britannico che ha dato il via, la scorsa settimana, ad una campagna sociale che mira a infondere nei teenagers inglesi la consapevolezza delle conseguenze negative di una mancata concentrazione nell’attraversare la strada…

Lo spot circola in rete dallo scorso weekend e sarà trasmesso sul piccolo schermo all’interno dei programmi indirizzati ad un pubblico giovanile fino all’11 settembre.
Il filmato, ideato da Paul Hordan and Angus Macadam della Leo Burnett, è stato realizzato non con la solita telecamera, ma con un mezzo alternativo, utilizzato per la prima volta per uno spot (in questo caso sociale): la videocamera di un cellulare.

Lo spot mostra un gruppo di amici che conversano e scherzano fra di loro mentre camminano sul marciapiede di una strada cittadina. Ad un certo punto, uno di questi giovani attraversa la strada, ma, distratto da un amico, viene investito da un’auto che corre in senso opposto…

Il filmato realizzato con un telefono cellulare risulta di forte impatto proprio grazie alla sensazione di autenticità delle immagini realizzate…

Potete guardare lo spot sul sito Think!Road Safety, o scaricarlo cliccando sul link qui sotto…