PSP in cerca di STUNT?

La Playstation portatile seduce
Dopo il debutto, piuttosto fortunato, in Giappone, la Psp, la console portatile multimediale della Sony, ha esordito sul mercato americano. I dati sono contrastanti: le vendite sono state frenate dallo scarso numero di console disponibili e da alcuni difetti irrisolti che hanno fatto arrabbiare non poco gli acquirenti. Mentre si attende di conoscere quando anche gli europei potranno mettere le mani su questo gioiellino tecnologico e soprattutto quanto costerà, la Psp sembra essere diventata un nuovo oggetto fetish: sulla rete non si contano più le immagini di belle ragazze che fanno un uso “improprio” della console, così come altrettanto numerose sono le fotografie che ritraggono la Psp come una piccola opera d’arte.

Ed effettivamente sulla bellezza estetica della console nessuno ha da ridire. Così come la qualità dei primi giochi usciti, tutti di ottimo livello. Molte, invece, le critiche sollevate alla scomodità dei tasti, alla facilità di rottura del display e alla durata modesta delle batterie. Ma la Psp è più di una console: è un lettore multimediale capace di riprodurre mp3 ma anche film, grazie agli UMD, formato simile al cd ma più piccolo in dimensioni e che utilizza. Non stupisce nemmeno che in poco tempo abbia sedotto il pubblico, grazie al suo look ammiccante. Forse impressiona il fatto che così tante ragazze si siano dette “affascinate” dalla Psp e lo abbiano ampiamente documentato.

Ma tecnicamente, com’è il nuovo prodotto della Sony? Le dimensioni non sono ridottissime. Misura 170mm di lunghezza, 77mm di altezza e 23mm di spessore, mentre il peso è di 260 g. Splendido lo schermo, un TFT LCD di qualità eccelsa. Le batterie garantiscono più o meno 6 ore di gioco. Quello che davvero conta, però, è cosa la Psp è in grado di fare, quindi praticamente tutto. Oltre ad essere una console, infatti, è un lettore mp3 e mp4, lettore di immagini digitali e di video in formato UMD. Insomma, tutto quello che un tecnomane si aspetta e anche qualcosa di più. Perché smanettando tra i menù e tra i vari siti che parlano della console è già possibile recuperare improvvisati browser e altri programmi più o meno utili.

Un’altra caratteristica della console, ma non avrebbe potuto essere diversamente, è l’ottimo impianto sonoro, sia che si sfruttino gli altoparlanti, sia che si indossino gli auricolari. Ora si attende che la Sony comunichi ufficialmente la data d’uscita sul mercato europeo. Per vedere se anche le donne del vecchio continente resteranno affascinate come le colleghe d’oltreoceano dalle forme sinuose della console.