Sfilata, la beffa di Serpica Naro

Una grande e riuscita beffa ha chiuso la settimana della moda. Chainworkers e cognitivi di Pergola Move hanno creato dal nulla Serpica Naro, stilista anglogiapponese con show room a Londra e a Tokyo. E in tanti ci hanno creduto. Visto il look book e le credenziali, la Camera della moda ha inserito Serpica Naro nel calendario ufficiale delle sfilate. Intanto, i neosituazionisti di Pergola Move lanciavano in rete l’allarme: Serpica Naro cannibalizza lo street style, bazzica l’underground solo per far soldi, contestiamola! Per questo ieri sera sul cavalcavia Bussa, luogo della sfilata, c’era parecchia polizia. Oltre ai fotografi e ai giornalisti in attesa che dal back stage uscisse Serpica Naro. Invece sono spuntati gli artefici della beffa per rivelare che Serpica Naro è l’anagramma di San Precario (da `Il Manifesto`).

ARTICOLI CORRELATI

Fashion e social network, 3 storie che potresti esserti perso

Tommy Hilfiger e la moda digital-democratica

Moda di lusso, le migliori idee di marketing

Google Glass alla settimana della moda di NY

Social media: la nuova moda della moda

Commenta

Nessun commento

RSS feed dei commenti di questo post. TrackBack URI

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo post.

adv
Corso Intensivo in Non-Conventional & Viral Marketing