Alternate Reality Gaming: chi si nasconde dietro la campagna?

La tendenza è iniziata con la campagna affissioni di General Motors. Una specie di caccia al manifesto per tutti gli Stati Uniti per scoprire la frase `This is the last time you will ever have to feel alone on our nation’s highways`. Il tutto coordinato dal sito web dell’azienda. Peccato che la frase sia stata scoperta prima, sembra per un bug nel sistema informatico di General Motors.
Questo tipo di campagne altamente “esperienziali”, che mescolano interattività ed entertainment, reale e virtuale, sembrano destinate a diventare sempre più complesse e avvincenti. Obiettivo: concretizzare l’affinità fra il brand e i supporter di riferimento, fino a farli diventare veri e propri “evangelizzatori” della marca.
In ogni caso il segnale debole di questa nuova tendenza può essere identificato nei “giochi di ruolo”, argomento che conosco poco e che vorrei approfondire. Qualcuno vuole dami una mano? Altro input: questa parola geocaching, come vi suona?

ARTICOLI CORRELATI

Alternate reality game

General Motors dice addio ai Facebook Ads

Animal vision virale per Saab 9-5

Facebook annuncia il prossimo colpo: l’acquisizione di Oculus VR [BREAKING]

Chevrolet lancia la nuova city car Sonic col bungee jumping

Commenta

Nessun commento

RSS feed dei commenti di questo post. TrackBack URI

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo post.

adv
Corso Intensivo in Non-Conventional & Viral Marketing