Il nuovo consumatore: verso il postmoderno (Giampaolo Fabris)

Questo è il manuale `must` per i nuovi esperti di marketing…

Come si può descrivere il nuovo consumatore, quello che vive l”epoca post-moderna? Il consumatore è più esigente, scaltro, selettivo, autonomo, ma soprattutto infedele alla marca. Non ha un’identità uniforme e per questo non può più essere inscatolato in uno “stile di vita” definito. E’ spesso contraddittorio e la sua personalità assomiglia più ad un patchwork.

Sulla copertina del libro il nuovo consumatore è raffigurato come una figura androgina, avvolto in una coperta collage e con il cestino del supermercato pieno di prodotti. Questo perché nella società postmoderna è il consumo stesso a definire il consumatore. Il consumatore è diventato da un lato sempre più individualista, sebbene tenda a riconoscersi all’interno di nuove tribù, che a volte aggregano i cultori di un prodotto o di un brand.

Interessante è il riferimento di Fabris a una nuova caratteristica del consumatore, che richiede sempre più valori legati all’eticità: per questo è disposto a spendere di più, premiando le aziende ritenute serie e socialmente responsabili.